Preloader
Korean Skincare: Ecco i 10 steps !

Korean Skincare: Ecco i 10 steps !

L’Occidente e l’Oriente in “missione” per una pelle perfetta. 

Abitudini diverse, traguardi in comune!

 

La Skincare Koreana è una procedura “multi-steps”- che ha la missione di preservare la salute e la giovinezza della pelle – attraverso la pulizia e l’idratazione .
Il k-beauty praticato in Korea e in altri paesi asiatici, è finalmente arrivato in occidente – e sta facendo impazzire tutte le amanti della skincare.

Da sempre in Korea l’importanza che si dà alla cura della pelle – va oltre l’applicazione una tantum- della crema idratante- oppure dell’utilizzo dell’acqua micellare per rimuovere il make-up  – come molte di noi  facciamo,  qui in occidente.    Ammettiamolo.. piuttosto che curare la nostra pelle, e le problematiche annesse – noi preferiamo spesso coprire ciò di cui non siamo soddisfatte con il make-up. Fondotinta, (anche costosissimi) , ciprie, correttori, e chi più ne ha, più ne metta –  ahimè sono, il nostro pane quotidiano.

L’obbiettivo delle donne coreane invece – è quello di riuscire a rendere la pelle perfetta, anche senza trucco! Poiché, per loro, la bellezza proviene dall’interno, (ecco perché mangiano sano e fanno e meditazione) – preferiscono curarla (la pelle), anziché truccarla.

Vogliono sentirsi sicure di se stesse, in qualsiasi circostanza;

Non è forse  questo il sogno di tutte noi ? – credo di si – ma abbiamo sicuramente – a farci da “veicolo” , modi diversi , per arrivare a questo “sogno” comune.

Ovviamente le donne coreane non rinunciano al make-up, – semplicemente sanno di poterlo fare, se ne hanno voglia – e poi si sa: truccare una bella pelle è sicuramente più facile, di truccare una pelle secca o grassa.

Abbiamo quindi scoperto che le korean girls preferiscono investire più denaro sui cosmetici e meno sul make-up.

Ma in che modo si raggiungono questi obbiettivi?

 

I prodotti cosmetici coreani sono formulati nel rispetto della salute della pelle . Ricchi di ingredienti naturali fermentati, estratti della frutta e botanici – come per esempio: l’Aloe, la rosa canina, l’uva, la centella asiatica, il ginseng , la famosa base di lumaca, e il tè verde.
Esiste una vastissima gamma di prodotti che sono ad azione mirata verso ogni tipo di problema della pelle. Per i creatori di cosmetici coreani, nulla deve essere lasciato al caso – che siano i brufoli, le screpolature, punti neri, rossori , o i pori dilatati,  il tuo problema – loro hanno già una soluzione per te.

Sono efficaci, perché non farli anche belli? 

Ricercati, adorabili , divertenti e spesso rosa ( io amo il rosa) – i packaging dei k-cosmetics, sono IRRESISTIBILI!
Chi li ha acquistati, è sicuramente caduto in tentazione, scattandogli una foto da pubblicare sui social. Impossibile resistere!

 “Ho visto ragazze acquistare
maschere in tessuto,
senza sapere a cosa servissero,
solo perché la bustina era carina” .  

 

Ok,  è  vero ! – La maggior parte dei prodotti hanno più funzioni in una , ma è sempre meglio sapere cosa stiamo acquistando ! XD Tienilo a mente!

Purtroppo questi packaging allegri e “sbarazzini” – a volte – ingannano i consumatori occidentali- perché sono abituati a scatolini e bottigliette dallo stile “serioso” e semplice  dei cosmetici.. – e di conseguenza dubitano dell’efficacia dei cosmetici coreani, considerandoli “per bambini”.

Mai nulla fu più sbagliato!
Amanti del K-beauty , aiutiamoli a capirne di più. “We can help them”!

Quanto costano?? (questions from the wallet)

 

Al contrario di ciò che si può pensare, in seguito a quanto letto sopra – posso dirvi con fierezza che i cosmetici in questione hanno un vantaggiosissimo rapporto qualità-prezzo! – Come mai ? Vi chiederete!

In Corea del sud, la bellezza e la cura della palle, sono una vera e propria ossessione. Non è strano ascoltare conversazioni tra due donne – o tra un uomo e una donna, in cui si complimentano l’un l’altro per la radiosità della loro pelle- così come non è strano che negli uffici, i dipendenti abbiamo un – mini umidificatore personale, sulla propria scrivania – così da mantenere buona l’idratazione del viso anche con i riscaldamenti accesi. Bene. Certa di avervi palesato l’importanza della bellezza in Corea del sud ,  riuscirete a capire quanto sono esigenti questi consumatori. Le case produttrici cosmetiche – per accontentare questi ultimi, entrano in sfida tra loro – andando alla ricerca  formulazioni all’avanguardia, ingredienti performanti, soluzioni eccellenti da offrire a prezzi competitivi e accessibili.

Inoltre in questo paese delle meraviglie, è comune la mentalità che – la cura della pelle, non deve essere un lusso per pochi , bensì uno strumento alla portata di tutti!

Tra i prodotti coreani per esempio –  potete trovare ottime sheet mask (le maschere in tessuto) anche a meno di 2 euro, sieri a 15 euro, gel detergenti a 7 euro, ovviamente di ottima qualità. State certi che quando pagherete qualcosa, più di 30 euro , avrete in mano un “prodottone” magico. Uno di quelli per cui in Italia saremo disposti a pagare anche 80.

I cosmetici, messi in ordine – step by step, danno vita a una beauty-routine eccezionale, super performante basata sull’idratazione. 

Arriviamo al dunque . Quali sono questi famosi 10 step della skincare koreana? 

 

Vi ho preannunciato all’inizio che la skincare koreana è un rituale di bellezza “MULTI-STEP”. Ma cosa vuol dire esattamente? – Semplice:

Ci sono 10 step. 4  dedicati alla detersione –  e 6 all’idratazione e la nutrizione.

– Ma sono veramente necessari tutti questi step?  – Si ! – ma non dobbiamo farli sempre tutti , tutti i giorni. Ci sono step che vanno fatti 2-3 volte alla settimana. Altri che vanno fatti – nella skincare routine della mattina e altri ancora in quelli della sera.

Ah già, ecco .. non vi ho ancora spiegato questo:

La skincare coreana viene fatta due volte al giorno, la mattina e la sera, e ovviamente tra le due ci sono delle piccole differenze. Ma questo lo vedremo dopo . Intanto parliamo dei famigerati 10 step:

1- DETERGENTE OLEOSO: è il primo prodotto della skincare routine – ha un’importanza fondamentale – per avere una pelle sempre pulita e al top. L’olio all’interno del detergente – è in grado di rimuovere – sciogliendole, le sostanze “grasse” presenti nella nostra pelle: le cellule morte – il sebo in eccesso – i residui di make-up – il sudore –  i trattamenti cosmetici della skincare precedente – e anche – da non sottovalutare – le tracce di inquinamento che città frenetiche ci regalano! – Oltre a rendere la nostra pelle imperfetta – tutti questi fattori – causano – l’invecchiamento precoce! Occhio!!

Il detergente oleoso che troviamo sia solido, che liquido – va massaggiato sul viso con le dita pulite e asciutte – e in seguito con l’aggiunta di acqua tiepida che creerà un’emulsione. Si termina questa fase – risciacquando con l’acqua e asciugando il viso.

 

 

2- DETERGENTE SCHIUMOGENO: è il prodotto che insieme al primo, di cui abbiamo parlato su, dà vita alla “doppia detersione” – (che è alla base della skincare koreana). – Questo detergente a base di acqua infatti – ci darà una pulizia più profonda potenziando gli effetti del primo.

 

 

3- ESFOLIANTE : è il prodotto che appunto, serve per esfoliare la pelle. Da fare con attenzione 2 o 3 volte a settimana ( in base alle nostre esigenze) . Rimuove le cellule morte,  permettendo il rinnovamento cellulare – che altrimenti avverrebbe in circa 28 giorni. Ci sono due tipi di esfoliazione – quella meccanica e quella chimica. Si presentano sotto forma di (pads imbevuti  – maschere wash off, scrub, gommage ecc..) – Soprattutto per questo step, è importante scegliere con attenzione – i prodotti più adatti al nostro tipo di pelle. Non preoccupatevi,  vi aiuterà Yuyu  a capire quale scegliere – in un altro articolo.

 

 

4- TONICO : è l’ultimo prodotto della fase della “pulizia”- ma ci fa anche  da “ponte” – per introdurci nella fase dell’idratazione. Il tonico infatti – rimuove i residui di prodotto degli step precedenti –  riequilibra il Ph della pelle che è abbiamo sicuramente scosso con gli altri trattamenti – ma nel frattempo comincia ad apportare un po’ d’idratazione alla pelle. Lo step del TONICO – non dovrebbe mai mancare in una skincare routine!!

Io stessa, quando lo scoprii – rimasi incantata da questo prodotto. Se dovessi spiegarvi il “tonico” in maniera super informale, vi direi così: “Il toner è quel prodotto che ti fa esclamare- AAAHHHH , non preoccuparti – ci penso io a te, va tutto bene, goditi la freschezza!”

 

 

5- ESSENZA: è un prodotto che profuma di vera e propria Korea. E’ infatti una della innovazioni che fa la differenza nella skincare koreana – in molti paesi d’ Europa, ancora non si conosce. L’essenza non è obbligatoria, ma diciamo pure che quando la si usa – la differenza, c’è e si vede. E’ il primo step dell’idratazione – più densa del toner e meno del siero- questa meraviglia, made in korea – è  ricchissima di principi attivi che nutrono la pelle. Essendo liquida viene presto assorbita – e quindi i suoi risultati – sono subito visibili. Prepara la pelle ad accogliere meglio tutta l’idratazione che cercheremo di darle negli step successivi.

 

6-SIERO: (o ampolle): anche questo step, apporta idratazione – e nutre la nostra pelle – attraverso degli ingredienti super performanti. In ogni siero possiamo trovare – principi attivi in alta concentrazione che andranno a esasperare anche gli effetti della crema idratante – che aggiungeremo dopo. Se di consistenza leggera – questo prodotto , può essere applicato prima della maschera in tessuto – altrimenti possiamo scambiare l’ordine , con lo step numero 7.

7- MASCHERA IN TESSUTO: Le “sheet mask” coreane, sono ormai conosciute in tutto il mondo – per la loro caratteristica di essere adorabili e originali. Ma l’aspetto più importante di queste maschere – secondo me – è che sono veramente super resistenti e piene zuppe  di siero. Diciamo che  i produttori di cosmetici – non tentano neanche un po’ di risparmiare quando è il momento di mettere il siero nelle confezioni. Illuminanti, schiarenti , anti-aging  , lenitive e rimpolpanti – di sheet mask , ce ne sono davvero per tutti i guesti.  Non andrebbero applicate durante ogni “skincare routine” ma puoi di certo usarla frequentemente! (1,2, 4 volte a settimana). Usala ogni volta che hai voglia di rilassarti e di farti una coccola, se c’è un’emergenza pelle in corso, o se hai un evento importante in vista, così da essere sempre al TOP!

8-CONTORNO OCCHI: è il prodotto dedicato a una delle aree più sensibili del viso – che spesso… trascuriamo! Questo prodotto va picchiettato con estrema delicatezza, fino al totale assorbimento.

 

9-CREMA IDRATANTE o SLEEPING MASK: questo prodotto – che è il penultimo della skicare – va a sigillare tutti gli step eseguiti in precedenza. Una bomba di idratazione che ci farà pensare alla secchezza delle palle – come un brutto sogno lontano. È possibile usare la crema idratante anche come maschera notte – poiché moltissime creme si prestano bene per entrambe le routine  – ma se volete  essere pignoli usate la crema idratante di giorno –  e la crema notte per la night skincare routine.
Le creme coreane sono studiate con attenzione per ogni tipo di missione.

10-PROTEZIONE SOLARE: è l’ultimo step della morning skincare routine. Da sempre siamo alla ricerca di prodotti anti-aging , o sentiamo parlare altre persone di questi – ma non c’è prodotto che sarà mai efficace quanto la protezione solare. Si sa, prevenire è meglio che curare , e l’SPF ( Sun Protection Factor)  protegge la pelle ritardandone l’invecchiamento.

Va usata sempre durante il giorno, fuori casa, dentro casa, in estate, autunno, primavera e inverno. Sempre!!!! I raggi UV (uva e uvb) sono crudeli. Non ci vogliono bene 🙁
Le protezioni solari coreane – sono veri e propri cosmetici, infatti sono formulati per proteggere, senza però ungere la pelle . Sono pensati come step che precede il trucco. Non provocano le  orribili “chiazze” di fondotinta, piuttosto ne agevolano la stesura!

In sintesi …..


Abbiamo visto che gli step della skincare koreana sono messi in ordine dal più leggero, – a quello più denso e viscoso. Questo per agevolare l’assorbimento di tutti i prodotti nella nostra pelle – e diventare super idratata.

Si , perché per i coreani , “bello è idratato”. Una pelle ben idratata risulta: radiosa, luminosa, glow, giovane e fresca; Una pelle “CHOK-CHOK” !!  – espressione usata dai coreani per descrivere l’effetto rugiada sul viso . Chok-Chok è il rumore che nasce quando battendo delicatamente – le mani – incontrano un viso e delle guance , umide!

La cura della pelle, è un gesto d’amore, – è poesia. È imparare a “sentirsi” nell’accezione – più profonda del termine.

L’efficacia della k-skincare però, non deriva solo dall’uso di prodotti performanti e dell’ordine con cui li applichiamo – ma anche e soprattutto, dalla costanza che le dedichiamo. I risultati migliori – infatti, si vedranno solo se c’è costanza.  I coreani fanno la skincare tutti i giorni – per due volte al giorno: (Morning k-beauty routine- e Night k-beauty routine). YuyuLab ha creato per voi una lista che vi aiuterà a ricordare l’ordine degli step in queste due k-BEAUTY- ROUTINE. Vediamo..!

I miei consigli….

 

Se è la prima volta che ti approcci al mondo del k-beauty, inserisci uno step per volta, per fare abituare la tua pelle. Non forzarti – introduci ogni prodotto nel rispetto dell’esperienza attuale della tua pelle. – Sarà lei a suggerirti quando è il momento di aggiungere un nuovo step.

“Impara a sentirti”!

Commenti (2)

  1. Molto interessante…e poi con i tuoi prodotti ho risolto il problema dei regali a tutte le mie amiche e parenti 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiudi

Accedi

Chiudi

Carrello (0)

Carrello vuoto Nessun prodotto nel carrello.

Yuyulab

Yuyulab Esperto di cosmetica coreana